Prodani, uffici giudiziari Gorizia: debito ministeriale insostenibile – Interrogazione 19 maggio 2015   Leave a comment

image

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

Prodani
Al  Presidente del Consiglio dei Ministri  ed al Ministro della giustizia
per sapere
premesso che:

la legge n. 392 del 1941, successivamente modificata dalla legge n. 1403 del 27 novembre 1951 e tutt’ora vigente, prevede che i Comuni debbano farsi carico delle spese di gestione sostenute dagli uffici giudiziari nei territori di competenza, salvo ricevere un contributo per tali spese dalla Stato;
da un articolo di stampa pubblicato su Il Piccolo del 17 maggio, si apprende che il Comune di Gorizia, avendo sostenuto i costi assegnati in virtù della legge sopracitata, nel corso degli anni avrebbe accumulato un credito con l’Amministrazione Centrale di circa 1,6 milioni di euro, di cui lo Stato ne avrebbe rimborsati solamente 200.000: secondo gli uffici del Comune, lo Stato sarebbe debitore per ancora 92 mila euro relativi all’anno 2010, 349.116 euro al2011, 461.529 euro al 2012 e 519.600 al 2013. A tale cifra andrebbero aggiunti altri 400.000 euro previsti per il 2014;
secondo il quotidiano, il Sindaco Ettore Romoli avrebbe sollecitato in diverse occasioni il Ministero della Giustizia ad intervenire con urgenza nel merito delle pendenze ma, nonostante le rassicurazioni, l’ammontare ricevuto risulta essere assolutamente insufficiente;
la legge di Stabilità 2015 n.190 del 23 dicembre 2014 prevede che, dal 01 settembre 2015, le spese di funzionamento dei tribunali e degli uffici giudiziari fin’ora sostenute dai Comuni vengano attribuite direttamente al Ministero della Giustizia, sgravando così le Amministrazioni municipali da tali oneri;
secondo una simulazione elaborata dal Comune di Gorizia, il Municipio si troverebbe così a risparmiare una cifra annua di circa 390.000 euro;
nonostante la novità introdotta dalla Stabilità, permarrebbe la forte preoccupazione da parte degli uffici del capoluogo isontino in relazione alle tempistiche ed alle modalità del pagamento degli arretrati: nei mesi scorsi lo stesso Sindaco avrebbe inviato una lettera al Presidente Matteo Renzi in cui avrebbe chiesto che le procedure per il rimborso ai Comuni delle spese anticipate per i vari dicasteri fossero più snelle e  veloci ”garantendo così il rispetto dell’efficacia, dell’efficienza e dell’economicità nella gestione della cosa pubblica, criteri questi ai quali ogni pubblica amministrazione dovrebbe vincolare i propri interventi”:-

– quali provvedimenti urgenti intendano adottare per accelerare le procedure di pagamento in favore del Comune di Gorizia delle somme indicate in premessa;
– secondo quali previsioni temporali intendano provvedere al saldo di tale ammontare complessivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: