AIA Servola: prescrizioni con scadenza 27 luglio 2016   Leave a comment

Elenco Prescrizioni – “Allegato B Limiti e prescrizioni sulle componenti ambientali”:

1.1 – PRESCRIZIONI INERENTI GLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE PERIODICA E PRESCRIZIONI RELATIVE ALLE BAT


1.1.5 -BAT n° 42 – Riduzione delle emissioni polverose negli impianti di macinazione del fossile

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA il gestore deve realizzare il confinamento della torre di preparazione fossile mediante interventi di completamento del tamponamento.


1.2 – PRESCRIZIONI INERENTI IL CONFINAMENTO E L’ASPIRAZIONE DEL PIANO DI COLATA


1.2.1  – Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA il gestore dovrà provvedere all’abbassamento delle pareti di confinamento perimetrale fino ad una quota compatibile con l’esercizio del carroponte, alla chiusura delle aperture di ventilazione di copertura e alla loro sostituzione con delle prese di aspirazione recapitanti in un condotto dal diametro di 1200 mm collegato al filtro a maniche DANECO. La portata complessivamente aspirata in prossimità del colmo sarà di 120.000 m3/h.


1.3 -PRESCRIZIONI INERENTI L’ASPIRAZIONE DELLE POLVERI EMESSE IN PROSSIMITÀ DELLA BOCCA DI CARICA

1.3.1 – Confinamento e aspirazione della bocca di carica

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA dovrà essere realizzato il confinamento della bocca di carica e l’aspirazione localizzata al fine di intercettare le fuoriuscite di gas e polveri che si verificano attraverso le tenute a labirinto in occasione della carica del forno. L’aria aspirata, in ragione di circa 10000 m3/h sarà inviata al sistema di aspirazione centralizzato DANECO per mezzo di un ventilatore di rinvio.


1.3.2 – Aspirazione localizzata sulla botola

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA il gestore dovrà posizionare sulla botola di caricamento dell’altoforno una cappa dalla quale prelevare una portata d’aria di circa 20.000 m3/h da inviarsi al sistema di filtrazione centralizzata DANECO.

1.3.3 – Aspirazione alla base della tramoggia di caricamento

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA il gestore dovrà provvedere al prelievo, in corrispondenza delle tramoggia di caricamento, di una portata di circa 20.000 m3/h da inviarsi al filtro DANECO.


1.4 – PRESCRIZIONI INERENTI L’ASPIRAZIONE POLVERI SU TUTTI I SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE DEI MATERIALI DI ALIMENTAZIONE DELL’ALTOFORNO

1.4.2 – Nastro caricamento minerale

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA il gestore installerà cappe aspirate alla base delle tramogge delle torri di trasferimento e della tasca pesatrice. La portata prelevata sarà inviata ad un filtro a maniche della capacità di circa 40.000 m3/h.

L’intervento si completerà con la sostituzione di tutti i pannelli di tamponamento usurati, sia della torri che dei tratti di nastro ad esse collegati.

1.4.4 – Confinamento ed aspirazione del nastro caricamento coke

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA il gestore dovrà realizzare una cappa aspirata sulla tramoggia di trasferimento in corrispondenza di AFO2, convogliandone la portata prelevata al condotto di aspirazione AFO per mezzo di una tubazione da 350 mm. L’intervento si completerà con la sostituzione di tutti i pannelli di tamponamento usurati, sia della torre che dei tratti di nastro ad essa collegati.

1.4.5 – Aspirazione localizzata sili coke

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA il gestore dovrà realizzare l’aspirazione localizzata in corrispondenza delle tramogge di estrazione e sui vagli. Inoltre dovrà prevedere un’estrazione di aria dall’intero fabbricato previo tamponamento di tutte le aperture. L’aria aspirata sarà inviata al nuovo sistema di filtrazione a servizio della cokeria. Si prevedono complessivamente 9 punti di estrazione.


1.6 – PRESCRIZIONI INERENTI I PUNTI DI CAMPIONAMENTO

1.6.1 – Camino E1 – segnalazione di non completa conformità ai requisiti definiti dalla norma UNI EN 15259:2008.

Posto che non risulta agevole accedere al punto di campionamento il gestore deve adeguare il punto di campionamento alla normativa entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA.


1.6.2 – Camino E4 – segnalazione di non completa conformità ai requisiti definiti dalla norma UNI EN 15259:2008.

Le bocchette di campionamento sono state realizzate ad un altezza inferiore al limite superiore del parapetto e tale posizionamento rende difficoltose le operazioni di introduzione ed estrazione delle sonde all’interno del camino. La presenza delle sonde del sistema di monitoraggio in continuo delle emissioni (SCME) impedisce l’accesso ai punti di campionamento (affondi) di una delle due linee di campionamento utilizzate per l’effettuazione dei campionamenti.

Lungo le parti metalliche presenti (piattaforma, scaletta alla marinara, …) si denotano vistosi segni di ammaloramento e ruggine. Il gestore deve adeguare il punto di campionamento alla normativa entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA.


1.6.3 – Camino E5 – segnalazione di non completa conformità ai requisiti definiti dalla norma UNI EN 15259:2008.

A causa della conformazione e della superficie della piattaforma risulta difficoltoso accedere a tutti i punti di campionamento (affondi) previsti dalla norma e spostare le attrezzature su una diversa linea di campionamento. Si evidenzia, inoltre, che il piano di campionamento è posto ad una distanza molto ridotta rispetto allo sbocco del camino (circa 1 diametro). La norma UNI EN 15259:2015 raccomanda fortemente di realizzare il piano di campionamento in una sezione del condotto con almeno 5 diametri idraulici di condotto rettilineo a valle e almeno 2 diametri idraulici a monte (5 dallo sbocco del camino). Il gestore deve adeguare il punto di campionamento alla normativa entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA.

 

1.6.4 – Camino E38 – segnalazione di non completa conformità ai requisiti definiti dalla norma UNI EN 15259:2008.

A causa della conformazione e della superficie della piattaforma risulta difficoltoso accedere a tutti i punti di campionamento (affondi) previsti dalla norma e spostare le attrezzature su una diversa linea di campionamento. Si evidenzia, inoltre, che il piano di campionamento è posto ad una distanza molto ridotta rispetto allo sbocco del camino (circa 1 diametro). La norma UNI EN 15259:2015 raccomanda fortemente di realizzare il piano di campionamento in una sezione del condotto con almeno 5 diametri idraulici di condotto rettilineo a valle e almeno 2 diametri idraulici a monte (5 dallo sbocco del camino). Il gestore deve adeguare il punto di campionamento alla normativa entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA.

 

1.7 PRESCRIZIONI RELATIVE ALLO SME

1.7.2 – Predisposizione del manuale di gestione

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA il gestore, conformemente alla situazione reale dello SME, predispone il Manuale di Gestione (MG), che garantisca la corretta gestione dei dati relativi alle emissioni in atmosfera, nell’intento di assicurare il rispetto dei limiti ed il mantenimento del sistema di gestione dello SME nell’ottica della migliore gestione possibile degli impianti. Il MG in particolare dovrà:

1. Descrivere e definire il funzionamento dell’impianto durante gli stati a regime, transitorio, avaria, emergenze ecc.

2. Definire univocamente il sistema SME in ogni sua parte (campionamento, analisi, elaborazione, trasmissione dei dati)

3. Indicare il tipo e la frequenza delle verifiche periodiche cui è soggetto lo SME (e. linearità – IAR – QAL2 – AST)

4. Garantire il mantenimento delle prestazioni dello SME (es. EN 14181:2015 – QAL3)

5. Indicare le procedure da attuare in caso di avaria/guasto all’impianto o al sistema SME o parti di questo

6. Identificare le responsabilità dei soggetti coinvolti nelle procedure oggetto del presente documento

7. Essere periodicamente revisionato ed aggiornato

1.7.3 – Visualizzazione dei dati

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA il gestore dovrà predisporre una visualizzazione anche di periodi antecedenti antecedenti alla sola data di visualizzazione, con la possibilità di scarico dei dati pregressi (per periodi di almeno 30 gg.)

 

1.8 – PRESCRIZIONI GESTIONALI

1.8.3 – Miglioramento impianto di videomonitoraggio

La Società, entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA, dovrà migliorare il sistema di videomonitoraggio in continuo per le emissioni diffuse provenienti dalla cokeria e dall’altoforno AFO3 con archiviazione delle immagini e conservazione per almeno 1 anno su supporto informatico con tracciatura di data ed ora e frequenza delle immagini almeno una ogni 15 secondi per le riprese di:

a. Piano di carica della cokeria

b. Campo di colata dell’AFO3

c. Bocca di caricamento dell’AFO3

d. Impianti AJO di abbattimento fumi generati nel processo di granulazione della loppa.

1.8.4 – Punti controllati con videomonitoraggio

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA, le riprese sul piano di carica della cokeria dovranno essere effettuate garantendo il controllo delle missioni aeriformi fuggitive derivanti da:

a. torce per combustione dei gas

b. coperchi di alimentazione delle camere,

c. porte lato macchine sfornatrici comprensive dello sportelletto di ingresso dell’asta spianatrice,

d. porte lato carro coke.


1.8.5 – Disponibilità delle riprese

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA, le riprese dei videomonitoraggi dovranno essere rese accessibili ad ARPA FVG, da remoto e in tempo reale.


1. 10 – PRESCRIZIONI RELATIVE ALLE STAZIONI DI MONITORAGGIO

1.10.1 – Nuove stazioni di monitoraggio in via Pitacco e Ponticello

Allo scopo di monitorare le ricadute all’esterno dello stabilimento, sia ai fini sanitari previsti dal D.Lgs155/2010 sia ai fini della corretta conduzione degli impianti, entro 6 mesi dalla data di rilascio del provvedimento di rinnovo dell’AIA, l’Azienda dovrà mettere in esercizio, ai sensi dell’ art.5 commi 7 e 9 del D.Lgs.155/2010 e s.m.i., almeno due stazioni fisse di monitoraggio (PIT: via Pitacco e PON: Ponticello) per il rilevamento della qualità dell’aria nell’intorno dell’impianto siderurgico.

1.10.3 – studio di fattibilità

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA, l’Azienda dovrà produrre uno studio di fattibilità per la stima dei fattori emissivi di benzene e B(a)P in funzione delle tonnellate di coke prodotto e dei fattori emissivi di polveri in funzione delle tonnellate di ghisa prodotte tramite la tecnica di modellizzazione inversa. Il metodo prevede la simulazione di dispersione di emissioni indicative allo scopo di ottenere dei campi di concentrazione, anch’essi indicativi, legati ai determinanti meteorologici. I campi indicativi sono poi ricalibrati utilizzando i valori effettivamente osservati in punti fissi del territorio, durante il periodo in questione, compresa la stazione sita in via San Lorenzo in Selva presso RFI anche se non inserita nella rete regionale di rilevamento della qualità dell’aria. Mediante la ricalibrazione si ottiene il flusso di massa in emissione e quindi il fattore emissivo.

 

4. SOTTOPRODOTTI

4.1.2 – realizzazione barriere di contenimento

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA, la Società dovrà realizzare un sistema di barriere di contenimento dei sottoprodotti garantendo che l’altezza dei cumuli non sia superiore al doppio delle barriere di contenimento realizzate. Entro lo stesso termine la Società dovrà trasmettere una nota con la dichiarazione della conseguente capacità massima di stoccaggio in metri cubi per ciascuna area di stoccaggio.

 

5.1 – PRESCRIZIONI:

5.1.1 – Piano di risanamento acustico

Entro 6 mesi dal rilascio dell’AIA. l’Azienda dovrà presentare un piano di risanamento acustico che dovrà essere attuato nei successivi 30 mesi dalla presentazione.

 

1.2 – Prescrizioni particolari per il punto di emissione E42

1.2.7 – Modifica degli inquinanti da monitorare

Entro 6 mesi dalla messa a regime dell’impianto il gestore dovrà chiedere la modifiche degli inquinanti da monitorare in funzione degli esiti delle analisi.

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: