Faro della Vittoria: quale futura gestione? – Interrogazione al Ministero della Difesa   Leave a comment

​Interrogazione a risposta scritta

Al Ministro della Difesa

Aris Prodani 

— Per sapere – premesso che: 

Il sito internet della Provincia di Trieste, nella sezione “Cultura e valorizzazione dei beni del territori”, illustra il Faro della Vittoria, opera costruita nel corso degli anni venti del novecento con l’intento di guidare la navigazione notturna nel Golfo di Trieste e intitolata ai marinai caduti durante la Prima Guerra Mondiale.

Dopo sette anni di chiusura totale ed alcuni restauri, il Faro è stato riaperto al pubblico il 18 maggio 1986, grazie a una convenzione stipulata dal Ministero della Difesa – da cui dipende la struttura – e la Provincia di Trieste;

il Faro è stata oggetto dell’interrogazione a risposta in commissione n. 5 – 02284 del 6 marzo 2014, con la quale lo scrivente ha chiesto al Governo quali iniziative urgenti intendesse adottare per concludere, nel più breve tempo possibile, la stipula della convenzione necessaria ad avviare alcuni lavori di riqualificazione e a garantirne la riapertura al pubblico, in modo da evitare la perdita del finanziamento europeo necessario alle opere e la modifica del calendario degli eventi legati al Centenario della Grande Guerra.

In risposta all’interrogazione, il 18 settembre 2014 il Sottosegretario di Stato alla Difesa Gioacchino Alfano ha riferito che: «l’accordo in argomento, firmato il 26 marzo 2014, ha autorizzato l’accesso del pubblico al «Faro della Vittoria», dal 10 aprile 2014, compatibilmente con l’agibilità e lo stato di manutenzione e conservazione dello stesso. Esso prevede, inoltre, che la struttura monumentale venga inserita, a cura della Provincia di Trieste nell’ambito dei progetti di valorizzazione del patrimonio storico, artistico e architettonico connessi con le celebrazioni collegate al Centenario della Grande Guerra»;

il 19 luglio 2016, un articolo del Il Piccolo dal titolo “Il Comune rivendica la gestione del Faro” annuncia che dal prossimo 9 ottobre, coincidente con la regata Barcolana, il Faro della Vittoria non sarà più accessibile al pubblico e riporta, come l’opera: “ (…) non avrà più una gestione in grado di garantirne l’apertura. Continuerà a fare… il faro, ma diventerà un corpo estraneo alla città. Tutta colpa della Provincia. O, meglio, della Regione, che ha deciso di abolire quell’ente intermedio. (…) Ora, a rivendicarne la gestione, è il Comune, con Roberto Dipiazza, che promette che ne parlerà «con chi di dovere, Regione compresa»”. Maurizio Bucci, assessore al Turismo e Promozione del territorio, Sviluppo Economico, Progetti europei, Partecipate e Avvocatura del Comune di Trieste, ha dichiarato in merito: «logica vorrebbe che sia il Comune a subentrare nella gestione di quello che, con San Giusto, è uno dei simboli cittadini e parte importante del suo pacchetto turistico. Ci sarebbe un problema di risorse ma esiste già un fondo ministeriale, arricchito dal contributo regionale (…) »-:

quali iniziative intenda assumere, il Ministro interrogato, per dare continuità alla fruibilità del Sito che rappresenta uno dei simboli della città di Trieste ed una importante meta turistica del territorio

Link sito Camera:

http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/14087&ramo=CAMERA&leg=17

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: