Costo Passaporto – Interrogazione al Mae   Leave a comment

Al Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, al Ministro dello Sviluppo Economico

Aris Prodani

Per sapere – premesso che:

Il passaporto è sia un documento di viaggio che di riconoscimento. Secondo l’art. 2 della Legge 1185/67 è valido per tutti i Paesi i cui Governi sono riconosciuti dal Governo italiano e, a domanda dell’interessato, può essere reso valido per i Paesi i cui Governi non sono riconosciuti mediante l’indicazione delle località di destinazione.

l’art. 5-bis, comma 1, del decreto legge 24 aprile 2014 n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, pubblicata sulla G.U. n. 143 del 23 giugno 2014, ha stabilito “l’ introduzione di un contributo amministrativo di euro 73,50 per il rilascio del solo passaporto ordinario, incluso il rilascio a favore di minori, oltre al costo del libretto (pari a euro 42,50); ha definito l’abolizione della tassa di rilascio per tutti i passaporti (compresi quindi quello temporaneo e quello collettivo, che restano assoggettati al solo costo del libretto) e di quella annuale del passaporto ordinario”.

Il 3 gennaio 2017, il sito www.guidafisco.it. ha ricordato che, con la legge n. 89/ 2014, è stata  abolito la concessione governativa da 40,29 euro che doveva essere apposta annualmente sul passaporto per chi viaggiava al di fuori dell’Unione Europea. 

“Ciò che, invece, aumenta è il costo di rilascio del passaporto che sale a 73,50 euro, più il costo del libretto che rimane fisso a 42,50 euro, per un totale di 116,00 euro. L’aumento dei costi di rilascio, pertanto, compenserebbe il mancato incasso da parte dello Stato dei contrassegni telematici annuali da apporre al passaporto (…)”;

il sito online www.ttgitalia.com ha riportato la notizia  che “è allo studio l’elaborazione di un decreto legge che permetterà di non dover corrispondere più allo Stato la marca da bollo da 73,50 euro prevista per il rilascio del documento. Una tassa che, nelle parole del viceministro all’Economia, Luigi Casero, garantisce, “poco gettito e molto disturbo”.

la stessa testata, il 13 gennaio 2017, ha informato della pubblicazione sul sito Change.org di una petizione per ridurre la marca da bollo da 73,50 per il rilascio del passaporto;

nello specifico, la petizione sottolinea che “il costo del passaporto italiano è il più caro di tutta l’Europa” e richiede in particolare di “ridurre il costo e adeguarlo ai livelli degli altri paesi europei, in quanto porterebbe ad un risparmio per tutti coloro che risiedono all’estero e che per semplicità di controlli ne hanno bisogno”-:

se i Ministri interrogati ritengano opportuno valutare la possibilità di intervenire, alla luce della richiesta esposta anche nella petizione pubblicata da Change.org e chiarire le tempistiche necessarie all’emanazione del decreto riportato in premessa

Link Camera 

http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/15261&ramo=CAMERA&leg=17

.

Annunci

Pubblicato 27 gennaio 2017 da Aris Prodani in 2017, Documenti Camera, FVG

Taggato con , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: