Archivio per l'etichetta ‘Azienda Sanitaria

Indagine da stress industriale – Sollecito pubblicazione risultati 28 settembre 2016   Leave a comment

Spett.li

Luisa Polli
Assessore città territorio, urbanistica e ambiente
Comune di Trieste

Valentino Patussi
Direttore Dipartimento Prevenzione
Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste

E p.c.

Roberto Dipiazza
Sindaco Comune di Trieste

Maria Sandra Telesca
Assessore alla salute, integrazione socio-sanitaria, politiche sociali e famiglia Regione Fvg



Con la presente, inriferimento alla mail inviata lo scorso 16 settembre di cui si allega copia, sollecito una Vostra risposta in merito alla richiesta in oggetto.

Certo di un Vostrocenno di riscontro, invio cordialisaluti.

 

Testo mail inviato il16 settembre 2016

Stessidestinatari

Lo scorso 2 marzo lo scrivente ha inoltrato all’attenzione del Comune di Trieste e all’Azienda per l’Assistenza Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, Dipartimento Prevenzione, una missiva sull’indagine “Indicatori  di stress e inquinamento industriale. Analisi di un contesto a forteinsediamento produttivo” finalizzata a rilevare gli effetti dell’inquinamento ambientale sulla salute, intesa come “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di  malattia” così comedefinita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Tale ricerca, effettuata su un campione di persone preciso ed individuato in due aree della città, da notizie di stampa, avrebbe dovuto essere reso pubblico entro i primi mesi del 2016.
Lo scrivente ha chiesto maggiori informazioni sull’iter dell’indagine e i termini previsti per la  diffusione dei risultati ottenuti.
L’ allora assessore all’ambiente, l’ing. Umberto Laureni, il 03 marzo 2016, in una missiva ha comunicato che il completamento dello studio, richiamato in premessa, nel suo complesso sarebbe stato previsto entro l’anno.
Con la presente chiedo, quindi, chiarimenti sulle tempistiche relative alla conclusione dell’indagine e la pubblicazione dei dati.

Indagine da stress industriale: a che punto siamo? – Richiesta a Comune e AsiuTs 17 settembre 2016   Leave a comment

pett.li


Luisa Polli
Assessore città territorio, urbanistica e ambiente
Comune di Trieste

Valentino Patussi
Direttore Dipartimento Prevenzione
Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste

Lo scorso 2 marzo lo scrivente ha inoltrato all’attenzione del Comune di Trieste e all’Azienda per l’Assistenza Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, Dipartimento Prevenzione, una missiva sull’indagine “Indicatori  di stress e inquinamento industriale. Analisi di un contesto a forte insediamento produttivo” finalizzata a rilevare gli effetti dell’inquinamento ambientale sulla salute, intesa come “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di  malattia” così come definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Tale ricerca, effettuata su un campione di persone preciso ed individuato in due aree della città, da notizie di stampa, avrebbe dovuto essere reso pubblico entro i primi mesi del 2016.
Lo scrivente ha chiesto maggiori informazioni sull’iter dell’indagine e i termini previsti per la  diffusione dei risultati ottenuti.
L’ allora assessore all’ambiente, l’ing. Umberto Laureni, il 03 marzo 2016, in una missiva ha comunicato che il completamento dello studio, richiamato in premessa, nel suo complesso sarebbe stato previsto entro l’anno.
Con la presente chiedo, quindi, chiarimenti sulle tempistiche relative alla conclusione dell’indagine e la pubblicazione dei dati.

Certo di un Vostro cenno di riscontro, invio cordiali saluti.

Aris Prodani
Deputato XVII Legislatura
Camera dei Deputati


Inquinamento, l’AAS evita l’indagine – Il Piccolo 6 agosto 2016   Leave a comment

Analisi terreni area monfalconese – Sollecito richiesta Azienda Samitaria n.2 dd 21 luglio 2016   Leave a comment

Spett.

Gianni Cavallini

Direttore del Dipartimento di Prevenzione – S.O.C. Igiene e Sanità Pubblica Fvg, 
Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 Bassa Friulana – Isontina

 

E p.c.

 

Giovanni Pilati
Direttore Generale Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 Bassa Friulana – Isontina


Con la presente, in riferimento alla mail inviata lo scorso 04 luglio, di cui si allega copia, sollecito una Sua risposta in merito alla richiesta in oggetto.


Certo di un Suo cenno di riscontro, Le invio cordiali saluti.

Aris Prodani
Gruppo Misto
Camera dei Deputati

 

Testoinviato in data 04 luglio 2016


Con la presente, a seguito della campagna di analisi top soil di alcune aree verdi nell’area di Servola promossi dal Dipartimento Prevenzione dell’Azienda Sanitaria di Trieste e dai gravi livelli diinquinamento individuati, ed alla luce delle risultanze dell’ “Indagine epidemiologica ambientale nell’area Monfalconese”, Le richiedo se ilDipartimento che Lei dirige abbia già programmato in tempi brevi un’indagine sui terreni pubblici (scuole, asili, campi sportivi, giardini pubblici ed arre verdi) nel Comune di Monfalcone e comunque nelle aree contermini alla Centrale di Monfalcone almeno entro 3 km dal suo raggio.

 

Ex Maddalena: richiesta di intervento – 19 luglio 2016   Leave a comment

Spett.li

Comune di Trieste
Il Sindaco Roberto Dipiazza

Assessore alla città territorio, urbanistica e ambiente
Dott.ssa Luisa Polli

E p.c

Azienda Sanitaria Universitaria Integrata Trieste – Dipartimento Prevenzione
Dott. Valentino Patussi

IRCCS Materno Infantile Burlo Garofolo – Direzione Generale
Dott. Gianluigi Scannapieco

Lo scorso 14 giugno, lo scrivente ha inoltrato all’attenzione del Sindaco Cosolini, dell’Assessore Laureni e del Dott. Patussi una missiva con la quale è stata richiesta l’adozione di provvedimenti urgenti per riportare il cantiere della Ex Maddalena ad una condizione accettabile di salubrità, risultando evidente che lo stato di abbandono in cui versa il sito, divenuto un esteso acquitrino, sia incompatibile con il contesto urbano in cui è inserito.

In data 17 giugno il dott. Patussi ha riferito, tramite una missiva inviata allo scrivente, del sopralluogo congiunto effettuato con i referenti del Comune nella medesima giornata.

Umberto Laureni, lo stesso 17 giugno, ha inviato una comunicazione con la quale, nel corso  del sopralluogo citato, ” si è analizzato in dettaglio lo stato attuale del cantiere per buona parte trasformato in un esteso acquitrino la cui profondità in alcuni punti è vicina al metro. Secondo i tecnici dell’AAS l’habitat non è quello favorevole alla zanzara tigre ma si presta sicuramente ad uno sviluppo significativo di zanzare con il procedere della stagione calda.
Al riguardo si è concordemente ritenuto che possa essere utilizzata l’ordinanza comunale in vigore contro la zanzara tigre, prescrivendo ai responsabili del cantiere la rimozione dell’acqua stagnante nell’area, avendo cura di verificare nel tempo che la situazione non possa poi riprodursi.
Nel confermarle che non sono emerse ulteriori criticità si ritiene che l’atto di cui trattasi possa essere trasmesso con la massima urgenza da parte della nuova Giunta non appena insediata.”

Alla luce di quanto esposto, si chiede di conoscere se sia intenzione dell’attuale Giunta dare corso in tempi brevi alle indicazioni già  emerse o se si intenda procedere diversamente.

Certo di un cenno di riscontro, invio cordiali saluti.

Aris Prodani
Gruppo Misto
Camera dei Deputati

Richiesta analisi top soil terreni pubblici nel Comune di Monfalcone – Richiesta all’Aas n.2 dd 04 luglio 2016   Leave a comment

In attesa di risposta….

Spett.

Gianni Cavallini
Direttore del Dipartimento di Prevenzione – S.O.C. Igiene e Sanità Pubblica Fvg, 
Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 Bassa Friulana – Isontina

E p.c.

Giovanni Pilati
Direttore Generale Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 Bassa Friulana – Isontina

Con la presente, a seguito della campagna di analisi top soil di alcune aree verdi nell’area di Servola promossi dal Dipartimento Prevenzione dell’Azienda Sanitaria di Trieste e dai gravi livelli di inquinamento individuati, ed alla luce delle risultanze dell’ “Indagine epidemiologica ambientale nell’area Monfalconese”, Le richiedo se il Dipartimento che Lei dirige abbia già programmato in tempi brevi un’indagine sui terreni pubblici (scuole, asili, campi sportivi, giardini pubblici ed arre verdi) nel Comune di Monfalcone e comunque nelle aree contermini alla Centrale di Monfalcone almeno entro 3 km dal suo raggio.

Certo di un Suo positivo cenno di riscontro, invio cordiali saluti.

Aris Prodani
Gruppo Misto
Camera dei Deputati

image

Giardini inquinati: sollecito alla Regione Fvg – 08 luglio 2016   Leave a comment

Spett.

Sara Vito
Assessore Ambiente Regione Fvg

e p.c.

Debora Serracchiani
Presidente Regione Fvg

Luciano Agapito
Direttore centrale Ambiente ed Energia
Regione FVG

Roberto Dipiazza
Sindaco di Trieste

Assessorato all’Ambiente
Comune di Trieste

Luca Marchesi
Direttore Generale ARPA FVG

Valentino Patussi
Direttore Dipartimento Prevenzione
Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste

Carlo Mastelloni
Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trieste

Con la presente, in riferimento alla mail inviata lo scorso 24 Giugno, di cui si allega copia, sollecito una Sua risposta relativa all’iter in oggetto.

Certo di un Suo riscontro, porgo cordiali saluti.

Aris Prodani
Gruppo Misto
Camera dei Deputati

Testo inviato il 24 giugno
Stessi destinatari

Lo scorso 03 maggio 2016, il sito online della Regione Fvg ha comunicato la costituzione, da parte della Regione, del Comune e di ArpaFgv, “di una task force istituita per affrontare in tempi rapidi tutte le problematiche connesse al rinvenimento di Idrocarburi Policiclici Aromatici in alcune aree a verde pubblico di Trieste, in cui il sindaco di Trieste ha limitato l’accesso con una recente ordinanza”.

La Delibera della Giunta Regionale n.1074 del 13 giugno 2016 “Approvazione del Protocollo operativo per l’elaborazione di piani di gestione dell’inquinamento diffuso” riporta, tra le azioni da perseguire, “l’istituzione del Tavolo Tecnico che coinvolga attivamente tutti i soggetti competenti in campo ambientale e sanitario (ARPA, ASUI, Province, Comuni), coordinati dalla Regione FVG. Al Tavolo tecnico è  demandata la facoltà di valutare anche la necessità del coinvolgimento di altri enti e/o soggetti con specifiche competenze scientifiche o amministrative (ad. Es.: Ispra, ISS, Autorità di bacino, Autorità di ambito per la gestione del S.I.I, Consorzio di bonifica … etc), al fine di affrontare la predisposizione del Piano in maniera unitaria e multidisciplinare con riferimento a tutte le diverse fasi di indagine e intervento”.

Con la presente, alla luce di quanto esposto in premessa, chiedo di conoscere dalle Istituzioni competenti:

– le tempistiche e le modalità con le quali si procederà all’individuazione delle origini delle fonti emissive dei giardini già oggetto di indagine;

– le tempistiche e le modalità degli interventi di messa in sicurezza e del successivo monitoraggio dei giardini oggetto di intervento;

– la definizione di un programma di mappatura degli spazi frequentati dai minori (scuole e giardini pubblici);

– le tempistiche in relazione all’istituzione del Tavolo Tecnico ed al coinvolgimento delle Istituzioni menzionate (ARPA, ISPRA, ISS etc …).

image